Lab 2015/2016

Il corpo teatrale dalla scrittura alla rappresentazione 
Laboratorio diretto da Spiro Scimone e Francesco Sframeli
dal 7 al 10 dicembre 2015

tutti i giorni dalle 11,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 17,00

Schermata 2015-10-05 alle 19.47.53

L’importanza del corpo nel teatro è il tema del laboratorio. Il corpo teatrale dalla scrittura alla rappresentazioneIl lavoro si svolgerà su alcuni testi originali scritti e messi in scena dai due attori-autori, partendo dalla ricerca del corpo del personaggio, in fase di scrittura, che vive, durante la rappresentazione, attraverso il corpo dell’attore, con la presenza indispensabile dello spettatore.La ricerca del corpo dei personaggi è il punto di partenza dell’autore e dell’attore. I personaggi hanno un corpo teatrale che vive con la rappresentazione, attraverso il corpo dell’attore; rappresentazione in cui è indispensabile la presenza dello spettatore. L’incontro e la relazione tra autore, attore, spettatore è il teatro. Questa relazione non si può acquisire in anticipo, ma si dovrà creare di sera in sera, di attimo in attimo; per poterla creare è indispensabile che ci sia sempre, tra i tre elementi, un vero ascolto.Il teatro educa all’ascolto, perché è un’arte che ha bisogno d’interlocutori attivi che non fanno finta di ascoltare. In teatro non si può “far finta”. Il teatro è finzione, ma per conquistarlo bisogna raggiungere il massimo dell’autenticità.

Costo:180€

Modalità di ISCRIZIONE:
Inviare la domanda di iscrizione e CV all’indirizzo: labfuoriluogolaspezia@gmail.com
Una volta confermata la partecipazione, per completare l’iscrizione, effettuare il pagamento della quota tramite bonifico (le coordinate verranno comunicate contestualmente alla conferma di partecipazione) ENTRO E NON OLTRE IL 2 DICEMBRE 2015

per info scrivi a labfuoriluogolaspezia@gmail.com

Il mestiere della recitazione
Laboratorio per attori diretto da Massimiliano Civica
dal 20 al 24 gennaio 2016

tutti i giorni dalle 15,00 alle 19,00

Schermata 2015-10-05 alle 19.48.18
C’è confusione intorno all’arte dell’attore. Sembra che tutto si riduca a due concetti tanto diffusi quanto generici: “sensibilità” ed “energia”. Non c’è niente di male nel dire che un attore debba avere sensibilità ed energia, ma questo non aiuta a circoscrivere il suo campo d’azione ed ad individuare gli strumenti specifici del suo lavoro: anche il musicista, il danzatore o il pittore debbono possedere sensibilità ed energia. Tutto ciò genera in molti attori la sensazione frustrante di procedere alla cieca, senza avere una “bussola” su cui orientare tecnicamente il proprio lavoro.

Attraverso improvvisazioni, esercizi e giochi, i partecipanti prenderanno coscienza del proprio personale e unico strumento e del modo in cui questo giustifica, incarna e fa “accadere” l’evento del teatro. L’attore è sia strumento che strumentista, è insieme il creatore e il materiale stesso della propria creazione. Il laboratorio porrà l’attenzione sugli strumenti fondamentali dell’arte dell’attore: il proprio corpo, la propria voce, lo spazio fisico in cui si agisce e la capacità “schizofrenica” di guardarsi da fuori per sorvegliare l’efficacia e la coerenza del proprio racconto scenico. Ogni vero attore è per forza di cose anche un autore.

Il laboratorio non fornirà tecniche, trucchi o stili di recitazioni prefissati, ma intende portare a confrontarsi con le questioni fondamentali della recitazione, in modo che ognuno sia in grado di produrre le proprie personali risposte.

Costo:150€

Modalità di ISCRIZIONE:
Inviare la domanda di iscrizione e CV all’indirizzo: labfuoriluogolaspezia@gmail.com
Una volta confermata la partecipazione, per completare l’iscrizione, effettuare il pagamento della quota tramite bonifico (le coordinate verranno comunicate contestualmente alla conferma di partecipazione) ENTRO E NON OLTRE IL 14 GENNAIO 2015

per info scrivi a labfuoriluogolaspezia@gmail.com